News Detail

PER APRIRE UNA CASA VACANZE NON SERVE PIÙ L’OK DEL CONDOMINIO!

 

Oltre alla distinzione tra casa vacanze e albergo, il Tribunale di Roma si è appellato al fatto che nessun regolamento condominiale pone veti in proposito di affitti brevi. Il motivo di questa assenza legislativa è dovuto al fatto che la maggior parte degli edifici italiani è stata realizzata quando nessuno immaginava una simile opportunità di guadagno.

Comunque, dal momento in cui non c’è alcuna limitazione, il proprietario dell’immobile può decidere di assegnargli l’uso che più gli conviene, senza dovere aspettare che l’assemblea si riunisca e dia il suo benestare.

Pertanto a detta dei magistrati, questo tipo di attività non può essere paragonato a quella di un albergo e non arreca danno nei confronti degli altri condomini, in quanto non prevede un cambiamento della destinazione d’uso dell’immobile.

Questa sentenza non può far altro che vivacizzare ancora di più gli investimenti nelle località turistiche che il nostro splendido Paese offre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Posts Correlati

Compare

Inserisci la tua parola chiave